Ciao a tutti. Ringraziandoli per la fiducia concessami, oggi recensiremo l'YLP Dragon A80 che mi è stata gentilmente fornita dalla stessa YLP.

Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine

CLICCA QUI per andare alla pagina ufficiale del prodotto sul sito web YLP.

Ci tengo a precisare che le mie recensioni sono fatte a livello amatoriale, quindi senza l’ausilio di strumenti fantascientifici o di test in laboratori segreti ed all’avanguardia. Pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno le mie umili osservazioni ed anche le mie umili opinioni.


Caratteristiche ufficiali:

- tipo di apparecchio: portatile
- fonte di luce: LED (COB) 30 W
- potenza massima: 2600 Lm
- materiali: metallo, gommato
- protezione a polvere e liquidi: IP54
- funzioni extra: funzione Power Bank (microUSB)
- alimentazione: batteria agli ioni di litio da 5200 mAh / 7,4 V, 38500Wh (4x18650)
- modalità di funzionamento: 2 modalità: 2600lm (2 ore), 900lm (6 ore)
- durata massima: fino a 6 ore
- dimensioni: 225 x 211 x 53 mm



Dove acquistarla

È possibile acquistare la Dragon A80 direttamente dalla pagina del prodotto sul sito YLP anche se al momento non è disponibile per l'acquisto.


La confezione e gli accessori

Il Dragon A80 viene venduto all'interno di una scatola quadrata di cartone prevalentemente nera.
Sul davanti troviamo una immagine leggermente rimpicciolita del faretto ed agli angoli della confezione vi è il nome del prodotto, il logo del brand, la precisazione "for professional use" e altre frasi che enfatizzano le doti di questo prodotto (come la sua resistenza all'acqua e il fatto che è dotato di un pacco batterie e di un indicatore di carica).


Immagine

Sul retro della confezione vi è una descrizione di alcune parti del prodotto. Sia in russo che in inglese viene indicata la potenza che questo faretto può raggiungere grazie al suo LED COB, che questo prodotto può fungere da powerbank ed altre informazioni interessanti.

Immagine

Su entrambi i lati si trovano invece i dati di spicco.

Immagine

Una volta aperta la confezione, troveremo:

- il Dragon A80
- il trasformatore che si occupa di ricaricare il pacco batterie (con tanto di cavo lungo 2 metri annesso)
- il manuale
N.B. nella mia confezione non è stato incluso un cavo USB-microUSB

Immagine

Per ricaricare il pacco batterie viene fornito questo trasformatore da muro con tanto di spina europea a due poli.

Immagine

Subito sotto la spina vi è un adesivo che ci informa delle correnti in gioco.

Immagine

Dal'estremità opposta alla spina si trova questo piccolo plug che andrà collegato nell'apposita porta nel retro del faretto.

Immagine

Immagine

Ecco inoltre la scansione del manuale nella sola lingua inglese.

Immagine


Il faretto

Il Dragon A80 è un faretto portatile dell'azienda YLP ed è uno strumento pensato per gli usi professionali ma che può tornarci anche utile in caso di necessità.
Il corpo di questo faretto è costruito in metallo (presumibilmente lega di alluminio) dalla rifinitura vagamente ruvida e materiale plastico rigido e gommato. Non passa infatti inosservata né la gommatura arancione messa a protezione dei bordi del faretto e né quella utilizzata per fare la maniglia.
La forma di questo Dragon A80 è esagonale e le sue linee frontali sono relativamente pulite, soltanto intorno al grande anello metallico del LED troviamo delle scanalature a raggiera. Nell'angolo in basso a destra si trova inoltre il logo dell'azienda.
Al centro di tutto si trova un grande LED COB (da 30W) dalla tinta
leggermente NW al centro dello spot ma che diventa gialla sul bordo dello spill.

Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine

Il LED è privo di parabola e l'unica cosa che lo copre è una grande lente asferica bloccata da un anello metallico serrato al corpo del faretto grazie a 5 viti esagonali.

Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine

Ecco il retro del faretto su cui troviamo delle piccole alette dissipatrici che aiutano a smaltire il calore prodotto. Nello "scatolotto" in plastica di cui è dotata è situato il pacco batterie che alimenta il LED. Secondo le specifiche questo pacco batterie è costituito da 4 celle 18650 da 2600 mAh disposte in 2S-2P per avere una capacità di 5200 mAh e un uscita di 7,4V nominali.
Sullo scatolotto è presente inoltre un adesivo, l'indicatore della carica residua, un gommino che protegge le porte per la ricarica e il tasto (elettronico) con cui possiamo interagire con il corpo torcia. Lateralmente allo scatolotto è ancorato il piede che ci permetterà di posizionare il faretto in diverse posizioni.


Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine

 Sull'adesivo sono riportati il logo del brand, il nome del modello, le informazioni in merito a resistenza a liquidi e polveri, al pacco batterie e al LED.

Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine

Dalla parte opposta troviamo l'indicatore della carica residua, il tasto, che è leggermente incassato nello scatolotto (non è complicato individuarlo) ed ha una corsa brevissima ed un click abbastanza sonoro, il gommino che protegge la porta USB e quella per la ricarica (come indicato dal simbolo dell'USB e dalla scritta 5V 1A) da liquidi e polveri secondo lo standard IP54.

Immagine
Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)
Il gommino può essere tolto con facilità per avere accesso alle porte sottostanti. Troveremo infatti il connettore circolare in cui andrà messo il plug per la ricarica e una porta USB femmina in cui inserire un qualsiasi cavo USB->microUSB per utilizzare il faretto come se fosse un powerbank qualora ce ne fosse il bisogno.

Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine

Ad ogni modo, grazie all'indicatore luminoso sapremo sempre quanta carica residua ci rimane.

Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine

Come ho detto prima, lateralmente allo scatolotto è ancorato il piede che potrà ruotare di 180° bloccandosi in 7 posizioni prestabilite con un clack abbastanza rumoroso. A seguire 3 delle 7 posizioni disponibili.

Immagine

Immagine

Immagine

A centro del piede si trova un foro che può essere utilizzato per appendere il faretto e ampliare così le sue possibilità di utilizzo.

Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)Immagine


Il sistema di ricarica

Come ho detto in precedenza, la Dragon A80 è alimentata da un pacco batterie costituito da 4x18650 da 2600mAh ciascuna. Per ricaricarle basta usufruire del trasformatore che esce dalla confezione.

Quando la batteria è scarica basterà attaccare il trasformatore alla presa di casa ed attaccare il plug nell'apposita porta e gli indicatori luminosi blu cominceranno a lampeggiare per comunicarci che il processo di ricarica è in corso.

Immagine

Dopo poco più di 9 ore, la ricarica può considerarsi conclusa. A questo punto tutti e 4 gli indicatori resteranno accesi.

Immagine

Ho inoltre testato l'uscita della porta USB collegandogli un powerbank e raggiungendo la velocità di circa 0,70A.

Immagine
Zoom in (real dimensions: 1920 x 1084)

Come funziona

Il Dragon A80 ha soltanto due livelli normali, non sono presenti livelli livelli speciali.

Secondo i dati ufficiali della YLP, i livelli normali hanno le seguenti caratteristiche:

- High -> 2600 lumens per 3 ore
- Low -> 900 lumens per 6 ore

Accensione/Spegnimento

Una singola pressione del tasto farà accendere il LED. Un'altra singola pressione farà spegnere la torcia ma solo se saranno passati circa 3 secondi, entro questo lasso di tempo il faretto ciclerà i livelli.

Cambio livelli

A torcia accesa basta pigiare il tasto entro 3 secondi dall'accensione (1 click - 1 cambio livello), i livelli seguiranno l'ordine Low, High e OFF. Per richiamare i livelli occorrerà riaccendere la torcia. Non troviamo né memoria e né scorciatoie.


Indicatore di carica


Ogni volta che accenderemo la torcia, indipendentemente dal livello richiamato, l'indicatore (costituito da 4 piccoli LED blu) posto nella parte posteriore del faretto si accenderà. Si tratta di una indicazione approssimativa in quanto ogni indicatore corrisponde circa a un 25% di carica residua.


Blocco/Sblocco

La Dragon A80 è sprovvista sia di blocco elettronico che di blocco fisico.


Dimensioni: pesi ed ingombri

Il Dragon A80 misura 22,5 x 20,8 x 5,3 cm e pesa 1046 gr.

A seguire, ecco il paragone dimensionale con un accendino BIC grande e con una 18650 LG HG2. Non avendo altro con cui confrontare questo faretto, mi limiterò ad affiancarci solamente questi 2 oggetti.

Immagine


Lumen, runtime, candele e beamshot

N.B. Le prove a seguire sono state fatte con il pacco batterie integrato nella torcia. Il tutto è stato eseguito in un ambiente casalingo a 19° con e senza ventilazione forzata.

I seguenti valori sono stati presi con il pacco batterie carico e sono da considerarsi di picco.

Immagine

I seguenti valori sono stati presi con il pacco batterie carico e sono da considerarsi di picco.

N.B. Le curve di scarica sono ovviamente indicative, il risultato potrebbe variare in positivo o in negativo a seconda delle batterie utilizzate dall'utente finale o dalle condizioni di utilizzo che possono variare dalle mie durante i miei test.

Le eventuali leggere discrepanze inerenti le prove fatte su uno stesso livello sono da imputare ad un diverso posizionamento dell'attrezzatura di misurazione nei miei test.


Immagine

Immagine

I seguenti valori sono stati presi con il pacco batterie carico e sono da considerarsi di picco.

Immagine

Questa foto è stata scattata ad una distanza di 40 cm dal muro.

Immagine

Ampiezza del fascio

Immagine

Beamshot ai livelli High e Low. La linea degli alberi si trova a 25 metri. La torcia, con lo spot rivolto verso l'infinito sul piano orizzontale, ha un sottospill che parte da circa 20/40 cm dai miei piedi, dipende se avremo il braccio a 90° o parallelo al corpo.

Immagine

Immagine

Gli alberi in fondo al viale ovviamente non si vedono ma si può ben capire quanto sia ampio il fascio del faretto. Ho usato entrambi i livelli a disposizione.

Immagine

Immagine

Ecco inoltre il solo livello Low utilizzato per una simulazione di guasto al motore

Immagine

o foratura dello pneumatico.

Immagine

Ne approfitto anche per allegare un breve video che rende meglio l'idea della potenzialità del faretto.




Considerazioni personali

Come specificato sulla confezione, questo Dragon A80 è pensato per usi professionali ma nulla ci vieta di utilizzarlo anche in caso di emergenza o per scopi ludici.
Gli utilizzi che se ne possono fare sono infatti molteplici, si può utilizzare in casa qualora dovessimo fare dei lavori o delle riparazioni, si può utilizzare all'aperto in caso di bisogno come ad esempio armeggiare vicino l'auto in caso di foratura o per lavorare in aree del giardino non illuminate in un altro modo. Come eventuale scopo ludico si può utilizzare in un picnic serale, può far molto comodo.
La potenza data dal LED COB basta a soddisfare diversi utilizzi e l'uscita USB ci permette inoltre di utilizzare la capacità del suo pacco batterie come se fosse un powerbank di emergenza.
L'estetica generale è molto accattivante, la presa data dalla maniglia è comoda tanto da permetterci di usare la Dragon A80 come se fosse una torcia dato che il fascio generato dalla grande lente asferica permette anche questo uso.
L'autonomia offerta dal pacco batterie è buona, regalandoci una discreta indipendenza, e per ricaricarlo comunque basta utilizzare il trasformatore fornito in dotazione.
Se proprio devo trovare un difetto a questo prodotto devo dire che i tempi di ricarica sono un tantino lunghetti. Il manuale parla di tempi di ricarica più ragionevoli e quindi sono dell'idea che ho beccato un modello sfortunato.
Nonostante questo, la Dragon A80 resta un prodotto più che valido e, visti i suoi molteplici campi di utilizzo, non importa se lo lasciamo in garage, accanto agli attrezzi o in auto, sarà sempre bello averlo pronto all'uso.



Voi cosa ne pensate di questo Dragon A80? L'acquistereste? Fatemelo sapere nei commenti QUI.