Ciao a tutti. Ringraziandoli per la fiducia concessami, oggi recensiremo la Olight i3T EOS che mi è stata gentilmente fornita da Olight.



CLICCA QUI per andare alla pagina ufficiale del prodotto sul sito web Olight.

Ci tengo a precisare che le mie recensioni sono fatte a livello amatoriale, quindi senza l’ausilio di strumenti fantascientifici o di test in laboratori segreti ed all’avanguardia. Pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno le mie umili osservazioni ed anche le mie umili opinioni.


Caratteristiche ufficiali:

- powered by a convenient and widely available single AAA battery producing an output of 180 lumens
- double helix body knurling for unique style and solid grip
- super easy carry: Barely know it is there with its lightweight and slender form factor. The dual direction pocket clip makes the i3T even more convenient for carrying in a pocket or attaching to a hat or strap
- highly integrated tail switch: The user can operate momentary on and quick mode shifting (5/180 lumens) all through a convenient tail switch
- the i3T is equipped with a TIR optic lens producing a soft and balanced beam for comfortable use


Dove acquistarla

La Olight i3T EOS è acquistabile facilmente dallo store ufficiale di Olight su Amazon Italia.


La confezione e gli accessori

La i3T EOS arriva nella nuova confezione bianca della Olight che sul davanti ha solo il nome della torcia, la frase "SLIM EDC FLASHLIGHT" a sottolineare la compattezza di questa torcia e l'immagine 1:1 del prodotto.



Sul retro troviamo una descrizione della torcia, una tabella con le sue prestazioni e le specifiche di spicco, cosa contiene la confezione, i dati dell'azienda e le certificazioni CE e RoHS.



Su un lato viene specificata la copertura di 5 anni della garanzia (info sul manuale) e un QR-code che porta alla pagina web del prodotto.



Sul lato opposto è presente solo un adesivo con il codice identificativo della torcia.



In cima alla scatola vi è il logo Olight.



Aprendo la confezione di cartone troviamo la i3T incastrata a dovere nel blister di plastica. Sotto di essa è posizionato il solito cartoncino giallo che avverte di togliere il film protettivo dalla batteria prima di poter iniziare ad utilizzare la torcia.
In un vano sotto il blister in plastica è inserito il manuale.



Estraendo il tutto dal blister, troveremo:

- la i3T EOS
- una batteria Alkalina AAA inserita all'interno della torcia
- la clip (attaccata alla torcia)

- il cartoncino giallo visto poc'anzi
- il manuale in diverse lingue



A  seguire, ecco la scansione del manuale nelle sole parti in inglese ed in italiano.




La torcia

La i3T EOS è la nuova torcia EDC della Olight. È una piccola torcina alimentata da 1xAAA Alkalina o Ni-Mh o Litio ma non compatibile con le Li-Ion.
Il corpo-torcia è in lega di alluminio ed ha un'ottima anodizzazione. Le sue linee, ad eccezione della fine zigrinatura sul tailcap e della zigrinatura a doppia elica al centro del corpo, sono molto pulite. Tra il tailcap e corpo è presente una rientranza in cui si può inserire la clip.
Da questo lato della torcia ci sono la certificazione CE, il nome del modello e il suo codice identificativo



dall'altra c'è solo il logo Olight. Il lettering non presenta alcuna imperfezione.



In testa si trova un LED Philips LUXEON TX dalla tinta CW con una leggera dominanza giallina/marroncina. Il LED è sormontato da una lente TIR senza sfaccettature.



Osservandola di lato si può notare come un bezel leggermente rialzato e privo di merlatura sia a protezione della lente in vetro, lente che sembra non avere il trattamento anti-riflesso.



Come visto in precedenza, una clip è agganciata al corpo torcia ed offre una buona presa con gli abiti più leggeri e una ottima presa con quelli pesanti. Ha inoltre una forma ad S che permette di agganciare la torcia in entrambe le direzioni senza doverla smontare e rigirare. La clip, infine, ha anche un foro su cui si potrebbe inserire un eventuale lacciolo da polso che però non è incluso tra gli accessori.



In coda è presente un grande interruttore meccanico che comanda la UI. Esso sporge dalla coda e, a causa della sua curvatura, non ci permettere il tailstand. L'interruttore ha una corsa leggermente lunghetta ed emette un suono rumoroso, quasi metallico.



l'interruttore è gommato e, grazie alla texture presente su di esso, offre anche un buon grip in caso di presa a pugnale anche se abbiamo le mani bagnate.



La torcia si divide in sole 2 parti. Da notare la presenza dell'O-ring che assicura una protezione dai liquidi secondo lo standard IPX8. La filettatura dorata, e quindi non anodizzata, non permette di eseguire il lock-out fisico.



La prima volta che apriremo la torcia troveremo un film di plastica che evita accensioni accidentali e quindi alla batteria Alkalina inserita nel corpo torcia di scaricarsi.



Il polo negativo è costituito da una molla dorata, cosi come lo è la filettatura.



All'interno del corpo torcia troviamo invece il polo positivo, costituito da un contatto dorato rialzato rispetto alla circuiteria a vista sottostante.




La batteria

Con la Olight i3T viene fornita in dotazione una semplice batteria Alkalina AAA (o mini stilo) della GMCELL, per nulla conosciuta in Italia. Essa arriva carica (con tensione di 1,65V) e ha scadenza 04/2021.
Come alternativa alle Alkaline, questa torcia accetta ufficialmente anche le Litio (non ricaricabili) e le ricaricabili Ni-Mh, ovviamente sempre in taglia AAA. NON accetta però le Li-Ion (o Ioni di Litio).
La batteria in dotazione ha il classico polo positivo sporgente e polo negativo piatto.





Ed ecco le foto delle scritte sulla guaina.








Come funziona

La Olight i3T EOS ha due livelli selezionabili, non sono presenti livelli speciali.

Secondo i dati ufficiali della Olight, i livelli normali hanno le seguenti caratteristiche:

- High -> 180 lumens per una durata di 21 minuti
- Low -> 5 lumens per una durata di 16 ore

Accensione/Spegnimento

Una singola pressione sull'interruttore meccanico farà accendere o spegnere la i3T EOS. Dato che la torcia non è provvista di memoria si accenderà sempre al livello Low.

Selezione livelli

Il funzionamento della UI è identico alla M1T Raider, cambia solo il nome dei livelli.
Una volta accesa la torcia non potremo ciclare i livelli ma essi potranno solo essere selezionati in 2 modi diversi:
1 - Nel momento dell'accensione si potrà eseguire una mezza pressione (tap) sull'interruttore. Ogni singolo tap farà accendere il LED al livello Low o High. Con una pressione completa selezioneremo il livello desiderato.
2 - Se per qualche motivo si accede al livello sbagliato, si deve spegnere la torcia e riaccenderla entro 2 secondi per avere il livello successivo. Passato questo termine la torcia si accenderà di nuovo al livello Low.

Momentary-ON

Vista la possibilità di eseguire dei tap, si può sfruttare questa cosa utilizzandola a nostro favore per avere il Momentary-ON sui livelli. L'unica cosa da tenere a mente è che ad ogni tap corrisponde un cambio livello.


Dimensioni: pesi ed ingombri

La Olight i3T EOS è lunga 8,9 cm ed ha il diametro minimo di 1,37 cm e massimo di 1,48 cm.
Pesa 29 gr solo con la clip, senza batteria, 40 gr con l'Alkalina e 42 gr con la NiMh.

A seguire, ecco il paragone dimensionale con un accendino BIC grande ed una 18650,



una AA ed una AAA,



con la Olight S1 Baton mini e con la M1T,





a confronto la parte posteriore con la M1T,



con la Olight i1R EOS e la i3E EOS,





e con la Ultratac K18, la più grande torcia alimentabile da 1xAAA in mio possesso fin'ora.






Lumen, runtime, candele e beamshot

N.B. Le prove a seguire sono state fatte con l'Alkalina uscita dalla confezione (in alternativa si possono comprare ad un ottimo prezzo le Duracell Industrial AAA) e una Ni-Mh della LADDA da 900 mAh o le nuove Eneloop PRO da 930 mAh. Il tutto è stato eseguito in un ambiente casalingo a 25° con e senza ventilazione forzata.

I seguenti valori sono stati presi con la Ni-Mh carica e sono da considerarsi di picco.



I seguenti valori sono stati presi sia con l'Alkalina che con la Ni-Mh cariche e sono da considerarsi di picco.

N.B. Le curve di scarica sono ovviamente indicative, il risultato potrebbe variare in positivo o in negativo a seconda delle batterie utilizzate dall'utente finale o dalle condizioni di utilizzo che possono variare da quelle che c'erano durante i miei test.

Le eventuali leggere discrepanze inerenti le prove fatte su uno stesso livello sono da imputare ad un diverso posizionamento dell'attrezzatura di misurazione durante i miei test.





I seguenti valori sono stati presi con la Ni-Mh carica e sono da considerarsi di picco.



Tutte le foto a seguire sono state scattate con il bilanciamento del bianco regolato sui 5200k.

Questa foto è stata scattata ad una distanza di 40 cm dal muro.



Ampiezza fascio.



La torcia è stata puntata verso il basso e poco distante dai miei piedi per far capire al meglio quanta luce sia disponibile con entrambi i livelli nelle brevissime distanze.





Beamshots del solo livello High. La linea degli alberi si trova a 25 metri. Lo spill, con lo spot rivolto verso l'infinito sul piano orizzontale, parte da circa 20 cm dai piedi.



Ne approfitto anche per allegare un breve video che rende meglio l'idea della potenzialità della torcia.




Considerazioni personali

Dopo la piccola M1T, la Olight fà uscire la sorellina i3T EOS. Esteticamente sono molto molto simili ma di dimensione diversa dato il diverso tipo di batterie che occorre ad alimentarle.
Con questa i3T ci troviamo in mano una torcia AAA compatta, anche se non piccolissima se paragonata alla "vecchia" i3E EOS, che gestisce in maniera efficace i 2 livelli grazie al pratico interruttore in coda ed una UI semplice.
Impugnarla e farla funzionare è estremamente facile e veloce, sparisce in un pugno e si accende in un attimo. Il grande interruttore è lì, proprio dove serve!
Non è propriamente una tattica (manca lo Strobo), ma è molto molto pratica, leggerissima e si aggancia ovunque grazie alla sua clip ad S.
Esteticamente mi piace molto anche se mi è dispiaciuto che non hanno rimesso la zigrinatura sulla doppia spirale presente sul corpo... mi piaceva non poco.
Non le ho trovato difetti anche perchè è alimentabile con una AAA reperibile praticamente ovunque (il mio consiglio è sempre quello di comprare batterie di qualità come le Duracell Industrial AAA per risparmiare)... Cosa si può volere di più?
A mio avviso è l'EDC perfetta per chi, in una torcia, cerca leggerezza e compattezza senza grosse pretese in fatto di potenza!


Voi cosa ne pensate di questa ieT EOS? L'acquistereste? Fatemelo sapere nei commenti QUI