Ciao a tutti, oggi recensiremo la Nitecore BR35 che mi è stata gentilmente fornita da Nitecore stessa, che ringrazio per la fiducia concessami.



CLICCA QUI per andare alla pagina ufficiale sul sito Nitecore.

Ci tengo a precisare che le recensioni sono fatte a livello amatoriale e senza l'ausilio di strumenti scientifici o di test in laboratori segreti all'avanguardia pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno anche le mie umili impressioni.


Caratteristiche ufficiali prese dalla casa:

- rechargeable bike light with dual distance beam

- utilizes 2 CREE XM-L2 U2 LEDs to emit a maximum output of 1800 lumens
- uses a diffuser reflection board to illuminate the blind spot under foot with short-range beam (Patented No. :ZL201220314015.1)
- onboard OLED display
- built-in 6800 mAh Li-Ion battery
- intelligent Li-Ion battery charging circuit (via Micro-USB charging port)
- 3 modes available for different scenarios
- remote switch provides convenient operation
- 4 brightness levels and 1 special function available
- a maximum beam intensity up to 7750 cd and a maximum beam distance up to 176 meters
- high efficient constant circuit with runtime up to 17 hours
- flood lighting system provides 100° lighting angle
- optic lens with anti-reflective coating
- Advance Temperature Regulation module
- Crystal Coating Technology combined with "Precision Digital Optics Technology" for extreme reflector performance
- die cast unibody full metal housing
- in accordance with IPX7 waterproof
- 1 m impact resistance


Dove acquistarla

La BR35 potrà essere acquistata presso lo store ufficiale Nitecore Italia o il negozio italiano Coltelleria Collini.


La confezione e gli accessori

La
BR35 arriva in una scatola rettangolare di cartone rigido.
Nella parte frontale troviamo ben in evidenza il nome del modello, affiancato da alcuni badges che riportano le caratteristiche chiave di questa torcia, che è possibile ricaricarla via USB e che ha 1800 lumen di picco. Il tutto è accompagnato da un bel primo piano della torcia e l'immagine stilizzata di una bici con la rappresentazione dell'area che andrà ad illuminare la BR35 con i suoi 2 LED.



Sul retro vi sono riportate una descrizione del prodotto, uno schema con le prestazioni dei LED accesi sia singolarmente che simultaneamente e la raffigurazione del fascio che avremo davanti una volta che metteremo in funzione questa BR35.
In piccolo (e in basso) troviamo l'elenco degli accessori, i dati della ditta e le varie certificazioni (CE e RoHS).



Sulle altre quattro facciate della scatola non vi è altro al di fuori della scritta Nitecore



e di un adesivo con su scritto il nome del modello, il tipo di LED che usa e un codice a barre.



Aperta la confezione possiamo notare che la torcia è riposta, ben protetta, all'interno di una spugna sagomata ed adeguatamente tagliata.



Una volta estratto tutto dalla confezione, avremmo:

- la BR35
- il sostegno per ancorare la torcia al manubrio della bici
- due distanziali in gomma, di spessore maggiore rispetto a quelli già montati sul sostegno
- un cavo per la ricarica USB->microUSB lungo circa poco più di un metro
- il tasto remoto con un cavo lungo circa 30 cm
- il cartoncino per la garanzia
- il manuale in diverse lingue



A seguire, ecco parte del manuale nelle sole lingue inglese e italiano che, comunque, potrete anche scaricare o visionare per intero dal sito Nitecore.




La torcia

La BR35 è la prima torcia per bici di casa Nitecore. L'esterno del suo corpo è quasi interamente in alluminio ad eccezione dello schermo OLED (in bianco e nero ad alto contrasto), dei tasti e del tappo in silicone che copre la porta microUSB.
Sulla facciata principale, sopra lo schermo, si trova la il solito triangolino che ci avvisa che la superficie può diventare molto calda, il nome del modello e una targhetta con il logo Nitecore.
Al di sotto dello schermo vi sono tre tasti e, a seguire, degli intagli più estetici che funzionali.



I tasti, che formano un triangolo immaginario, sono gommati e hanno inciso una "M", un "-" e un "+". La "M" si occupa dell'accensione/spegnimento della torcia, di selezionare la modalità e di usufruire delle opzioni delle modalità (poi le vedremo in dettaglio nel'apposito paragrafo). Il "-" ed il "+" si occupano solamente di cambiare i livelli.
I tasti hanno una corsa brevissima, hanno un click non molto rumoroso e, p
er agevolarne l'individuazione notturna, sono retroilluminati.



Ed ecco i tasti retroilluminati di blu. Ogni tasto pare avere una coppia di indicatori.



Dalla parte opposta allo schermo troviamo una zona, apparentemente in plastica e di colore bianca e lucida, che funge da riflettore per deviare parte della luce, prodotta dal secondo LED, verso il basso.
Subito sotto di essa si trova il LED e l'attacco per incastrare la torcia nell'apposito sostegno. Tutte le viti che vedete sono torx.
Per finire, troviamo scritto il nome ed il sito della Nitecore, le certificazioni CE e RoHS e il numero identificativo. Questo lettering e quello visto in precedenza sono privi di sbavature.



Sul davanti non passano inosservati i due LED CREE XM-L2 dalla tinta CW, con una leggerissima dominanza marroncina sul livello più basso ma che scompare al salire dei livelli.
Quello principale è circondato da una parabola di tipo SMO ed è protetto da un bezel metallico privo di merlatura.

A destra e a sinistra sono presenti degli intagli orizzontali che migliorano la dissipazione del LED.



Anche il LED secondario è circondato da una parabola SMO dalle dimensioni (ovviamente) più contenute. Vista la sua ubicazione più arretrata rispetto al LED principale, è priva di bezel ma ha una mascherina, sempre in alluminio, ancorata grazie a quattro viti torx.



I vetri di entrambi i LED hanno un trattamento anti riflesso. Già da questa angolazione si percepisce meglio come, sia il secondo LED che l'attacco, sporgano dalla parte principale del corpo.



Vista di lato, si percepiscono maggiormente gli "ingombri" dati dalle "aggiunte". Non mancano delle scanalature leggere che migliorano la dissipazione dell'intero corpo torcia, migliorata anche dalla normale corsa della bici.



Sul retro retro continuano le scanalature



mentre sull'alto lato si trova il gommino che protegge la porta microUSB secondo lo standard IPX7.



Ed ecco la porta microUSB a vista. Mi raccomando a incastrare bene il tappino quando lo chiudete per garantire la protezione contro i liquidi.




Le varie schermate dello schermo

Il vantaggio di avere a disposizione uno schermo è di avere accesso ad una varietà virtualmente infinita di informazioni.

Appena accendiamo la torcia, ci accoglie la scritta Nitecore.




Abbiamo poi a disposizione le tre modalità (TRAIL, CITY e ROAD. Ma vedremo poi in dettaglio il loro funzionamento), selezionabili tramite il tasto "M".







Ci verrà mostrato poi in dettaglio la modalità scelta, il livello di luce corrente e, in grande, la durata approssimativa di luce residua in base al livello ed alla modalità selezionata.









Un triangolo si accenderà ad intermittenza quando attiveremo la modalità "caution"



e la scritta BATLOW comparirà quando il voltaggio del pacco batteria sarà talmente basso da non fornire più una potenza adeguata per i livelli alti.



N.B. In questo paragrafo non ho riportato le tacche di ricarica che indicano, approssimativamente, la carica residua della batteria. Mancano anche i numeri del conto alla rovescia (di soli 3 secondi) di una funzione nella modalità CITY.



Il sostegno ed il tasto remoto

Questo è il sostegno, quasi interamente in materiale plastico, che permette alla BR35 di essere attaccata al manubrio di una bicicletta.
Al centro si trovano 2 semicerchi gommati che offrono un'ottimo grip grazie alla loro dentatura ma non rovinano il manubrio stesso. Questi spessori vanno cambiati in funzione del diametro del manubrio. Si potranno lasciare questi sottili, mettere quelli più spessi o abbinarne uno sottile con uno spesso. Sul manuale vengono riportate anche le misure su come abbinare correttamente questi gommini in funzione del diametro del manubrio.
Sul corpo è inciso il nome Nitecore e in basso si trova la manopola che apre e chiude il tutto.



Dall'alto si vede bene il binario che sorregge e blocca la torcia.



Una molla ha il compito di far funzionare il dispositivo di sgancio della torcia. Basta infatti intervenire su quel dentino di plastica che si intravede in alto per sganciarla.



Ecco il meccanismo (in plastica) visto dall'interno, chiuso



e aperto per permettere lo sgancio della torcia. La sola parte che si occupa di bloccare la torcia, sempre in plastica, è staccata dal resto del sostegno ed è ancorata grazie a due viti torx. Il che ci fà pensare ad un ipotetico pezzo di ricambio venduto a parte.



Da questa angolazione possiamo vedere, nel pertugio, il dente che tiene fermo il semicerchio in gomma.



Stessa cosa che avviene nella parte sotto del sostegno per l'altro semicerchio in gomma . Basta spingerlo con un minimo di forza e viene via, consentendo una rapida sostituzione qualora dovesse servire.



Per ancorare il sostegno al manubrio, esso va ovviamente aperto svitando questa lunga vite. Le scanalature del pomello, secondo il mio parere personale, potevano essere un pochino più pronunciate in modo tale da offrire un grip leggermente migliore.



Alla base della vite vi è un'apertura larga che permette ad essa di avere un minimo di gioco nel momento in cui l'andremo a serrare. Come si può ben vedere, la testa della vite ha un diametro leggermente minore rispetto al resto del corpo,



questo facilita il suo inserimento nell'apposito dado metallico posto all'altra estremità.



Collegare le due parti tra loro è estremamente facile... così facile che potrete riuscirci anche solo con una mano. Basta infatti far allineare i rispettivi binari e spingere la torcia fino ad un sonoro click.



Ecco le due parti collegate tra loro.



Il secondo accessorio che troviamo all'interno della confezione è il tasto remoto (vedremo poi le sue funzioni). Ovviamente ha un lungo cavo che ci permette di collegarlo al meglio secondo le nostre esigenze.



Ovviamente si collega alla torcia con il connettore microUSB.



Si interagisce con la torcia con questo grande tasto (delle dimensioni del pollice) gommato e con tre rialzi che offrono un buon grip. La sua corsa è breve e il click generato risulta poco rumoroso. Il tasto, purtroppo, è privo di retroilluminazione.
Ai lati del tasto troviamo i due occhielli predisposti ad ospitare la striscia di velcro




che servirà nel momento in cui andremo a posizionare il tasto sul manubrio. Basta trovare la posizione giusta, far passare il velcro nell'apposito occhiello e ripiegarlo su se stesso.



Quindi ricapitolando tutto: dopo aver messo i gommini adeguati, basta aprire e richiudere il sostegno attorno al manubrio,





inserire la torcia nel binario fino ad udire il click a fine corsa,



inserire il cavo del tasto remoto nella porta USB laterale (N.B. questa operazione fà perdere la completa impermeabilità alla torcia)



e mettere il tasto dove lo riteniamo più comodo e facilmente raggiungibile.




Il pacco batteria e il sistema di ricarica

Come scritto nelle caratteristiche iniziali, questa BR35 ha un pacco batterie integrato (di tipo Li-Ion) da 6800 mAh che si può ricaricare comodamente attraverso la porta microUSB posta sul fianco della torcia.

Vista la capacità del pacco batterie stesso, è consigliato un alimentatore (o power bank) che riesca ad erogare almeno 5V e 2A.

Con il pacco batterie completamente scarico, la carica parte da 1,5A.



Carica che, con il passare del tempo, sale fino a circa 1,75A. Durante la carica, gli indicatori posti sotto i tasti lampeggeranno



e smetteranno di farlo, rimanendo accesi, quando terminerà il processo di ricarica. Nel mentre, sullo schermo, vedremo la percentuale della ricarica tramite delle barre che riempiranno il disegno di una batteria.
L'intero processo, con la torcia completamente scarica, ha impiegato 4 ore e mezza.




N.B. Non è possibile utilizzare la torcia mentre stiamo caricando il pacco batterie.


Come funziona

La Nitecore BR35 ci dà la possibilità di scegliere tra 3 modalità (con la possibilità di accendere singolarmente uno dei 2 LED o ad entrambi) che hanno 5 livelli selezionabili in totale, di cui 4 normali e 1 speciale da richiamare (la modalità Caution).

Secondo i dati ufficiali della casa, i livelli normali hanno le seguenti caratteristiche:
- Turbo (o Mode4) -> 1800 lumen (1000*+800) con 1 ora di autonomia con entrambi i LED o 2 ore se se ne utilizza 1
- High (o Mode3) -> 1015 lumen (550*+465) con 2 ore e 30 di autonomia con entrambi i LED o 5 ore e 45 se se ne utilizza 1

- Mid (o Mode2) -> 615 lumen (330*+285) con 4 ore di autonomia con entrambi i LED o 8 ore e 30 se se ne utilizza 1
- Low (o Mode1) -> 300 lumen (180*+150) con 8 ore di autonomia con entrambi i LED o 17 ore se se ne utilizza 1
* ottenibili con il LED principale


Comincio subito col dire che le 3 modalità si chiamano CITY, ROAD e TRAIL. Esse si scelgono in fase di accensione della torcia, basterà premere e tenere premuto il tasto "M" per vedere ciclare i nomi delle modalità a schermo e rilasciarlo per selezionare la modalità desiderata.
Ognuna delle modalità ha un funzionamento diversa, adesso lo andremo ad analizzare.
TRAIL: è la modalità più indicata per l'uso fuoristrada. In questa modalità potremmo usufruire dell'intera potenza sprigionata dalla torcia, visto che entrambi i LED potranno essere accesi. Premendo (da accesa) il tasto "M", si può spegnere il LED principale nei tratti più tranquilli e risparmiare un minimo di batteria. Un'altra pressione del tasto "M" lo fà riaccendere.
ROAD: è la modalità pensata per l'uso su asfalto. Con questa modalità potremo scegliere di tenere acceso o il LED principale o il LED secondario. Ovviamente si può selezionare l'uno o l'altro pigiando il tasto "M".
CITY: è la modalità più tranquilla tra le tre ed è, come si può intuire dal nome, quella pensata per la città. Con questa modalità avremo a disposizione solamente il LED secondario. In caso di necessità, con la pressione del tasto "M", si accenderà il LED principale (affiancandosi al secondario) per soli 3 secondi ed un conto alla rovescia sullo schermo ci informerà del breve tempo residuo.

Ora, indipendentemente dalla modalità scelta, vedremo come funziona:

Accensione/Spegnimento
L'accensione o lo spegnimento della BR35 avviene tramite la pressione (per 1,5 secondi) del tasto "M". La torcia ha memoria e, pertanto, ricorderà l'ultima modalità e l'ultimo livello selezionato.

Cambio livelli
Una volta accesa la torcia, cambieremo i 4 livelli semplicemente pigiando il tasto "-" o il tasto "+". Grazie allo schermo presente, sapremo in ogni momento in quale livello ci troveremo.
Tenendo premuto per 1 secondo il tasto "-" o il "+" potremo sfruttare la "scorciatoia" per avere un rapido accesso ai livelli minimo o massimo.


Modalità Caution
Si tratta di una modalità che permette il lampeggio del LED secondario (in modalità CITY o ROAD) o di entrambi i LED (in modalità TRAIL). Per attivarla, basta tener premuto, contemporaneamente ed a torcia spenta, i tasti "-" e "+". Per spegnere la modalità Caution basta tener premuto il tasto "M".

Indicatore di carica
A torcia spenta si può conoscere, in maniera approssimativa, lo stato di carica della batteria integrata. Basta infatti pigiare uno dei tre tasti fisici per far accendere il monitor. Su tutto lo schermo avremo il disegno di una batteria (come quella dei cellulari) con al suo interno 4 tacche, ognuna delle quali indicherà una percentuale:
- 4 tacche indicano una carica > del 90%
- 3 tacche indicano una carica compresa tra il 90 e il 50%
- 2 tacche indicano una carica compresa tra il 50 e il 10%
- 1 tacche indicano una carica compresa tra il 10 e l'1%
- 0 tacche indicano una carica inferiore all'1%

A torcia accesa invece potremo fare affidamento sulle informazioni date dallo schermo. L'orario indicato è il tempo residuo TOTALE che avremo a disposizione prima dell'esaurirsi della carica. Ma prendetelo come un orario indicativo, molti fattori infatti (come ad esempio bassa temperatura o vento) influenzeranno la durata REALE della batteria e della luce realmente sfruttabile. Fate piuttosto affidamento sulle ore dichiarate dalla casa, indicate sul manuale, e che sono riportate anche all'inizio di questo paragrafo (che dovranno essere quindi memorizzate). Fare inoltre riferimento anche alle curve di scarica nel penultimo paragrafo per vedere l'andamento che seguirà la luce con il passare del tempo.

ATR
Come in quasi tutte le Nitecore (se non addirittura tutte), non poteva non mancare il sistema ATR (Advanced Temperature Regulation) che permette alla torcia, grazie ad un sensore termico posto al suo interno, di regolare autonomamente l'output luminoso (dei livelli più alti) in funzione alla temperatura interna alla torcia ed esterna (dato che influisce su quella interna)

Il comando remoto
Come abbiamo visto la BR35 ha, come accessorio, questo pratico tasto aggiuntivo. Questo tasto altro non è che l'estensione del tasto "M" che, grazie al cavo e al velcro, può essere comodamente posizionato vicino al nostro pollice durante la guida.
Con questa prolunga avremo quindi accesso all'accensione/spegnimento della torcia, al cambio modalità e alle impostazioni che ogni modalità permette senza togliere le mani dal manubrio.



Dimensioni: pesi ed ingombri

La sola BR35 misura 10,92 x 4,7 x 3,10 cm senza considerare il LED secondario, se lo prendiamo in considerazione l'altezza diventa di 4,10.
La sola torcia pesa 234 gr, raggiunge i 261 gr con l'aggiunta del sostegno.

A seguire, le foto per un paragone dimensionale con un accendino BIC grande e una 18650,




una Armytek Wizard e una Zebralight H52W,



e una Nitecore Concept1 con la Rofis R2.




Lumen, runtime, candele e beamshot

N.B. Le prove a seguire sono state fatte con il pacco batteria Li-Ion da 6800mAh integrata nel dispositivo. Il tutto è stato eseguito in un ambiente casalingo a 18° solo con la ventilazione forzata visto che la torcia si utilizza con la bici in movimento.

I seguenti valori sono stati presi con il pacco batteria carico e sono da considerarsi di picco.







I seguenti valori sono stati presi con il pacco batteria carico e sono da considerarsi di picco.

N.B. Le curve di scarica sono ovviamente indicative, il risultato potrebbe variare in positivo o in negativo a seconda delle batterie utilizzate dall'utente finale o dalle condizioni di utilizzo che possono variare dalle mie durante i miei test.

Le eventuali leggere discrepanze inerenti alle prove fatte su uno stesso livello sono da imputare ad un diverso posizionamento dell'attrezzatura di misurazione.














I seguenti valori sono stati presi con il pacco batteria carico e sono da considerarsi di picco.





La foto seguente è stata scattata ad una distanza di 40 cm dal muro sia con il LED principale che quello secondario.





Ampiezza fascio con il LED principale, con quello secondario e con entrambi i LED accesi







Beamshot a tutti i livelli con il LED principale. La linea degli alberi si trova a 25 metri. Lo spill, con lo spot rivolto verso l'infinito sul piano orizzontale, parte da circa 1 metro dalla ruota.









Stessi livelli e distanza di prima ma questa volta con il LED secondario.









Sempre gli stessi 4 livelli ma con entrambi i LED accesi.









Da questa angolazione si può notare la luce generata dal solo LED secondario. Grazie alla parte bianca posta sotto la torcia, la luce realmente riesce ad arrivare anche dietro la ruota anteriore.









La casetta si trova a 70 metri. I livelli utilizzati sono gli stessi di prima, ad esclusione del livello Low.







A seguire, un breve video delle sole modalità ROAD e TRAIL su una strada di montagna circondata da alberi.
Perdonate l'andatura sconnessa ma la strada non era messa benissimo e dovevo guidare con una sola mano perchè con l'altra cambiavo i livelli.
Nella realtà la luce prodotta era di più, purtroppo l'action cam non ha potuto fare di meglio.




Considerazioni personali

Questa prima torcia per bicicletta di casa Nitecore si è rivelata come al solito un prodotto ben fatto. Materiali e rifiniture sono di prim'ordine!
Al tatto, la sensazione di avere per le mani un oggetto solido è molto forte.

Grazie alla ricca dotazione, possiamo attaccare questa BR35 su molti manubri e comandarla anche senza togliere la mano dal manubrio. Operazione facilissima grazie al comando remoto.
Purtroppo con questo comando non è possibile cambiare i livelli e, in caso di pioggia, è sconsigliato collegare il remoto alla torcia perchè si rischia di far entrare l'acqua nella sua porta USB e danneggiarla.


La potenza generata da questa torcia è tanta, i livelli sono ben spaziati e si riesce a procedere nel buio anche grazie al solo livello Mid.
Mi è piaciuto particolarmente tanto trovare 3 diverse modalità per meglio adattare la torcia a 3 scenari ben diversi tra loro.
L'unica cosa che non mi è piaciuta è l'accensione per 3 secondi del LED principale nella modalità CITY. Avrei preferito trovare un funzionamento simil abbagliante dell'auto, che permettesse un lampeggio singolo (o multiplo) con una singola (o multipla) pressione oppure che rimanesse acceso fino a quando non si rilascia il comando dopo una pressione prolungata. In maniera tale da attrarre maggiormente l'attenzione su di noi.

Comoda la presenza della veloce porta microUSB ed ho trovato ragionevoli i tempi di ricarica del pacco batterie. Soluzione adeguata per gli utenti che non amano le cose troppo complicate ma un po' meno per i puristi o per quegli utenti professionisti che, facendo largo uso dei livelli alti durate le uscite, necessiterebbero di un rapido cambio batterie per poter riprendere la marcia.

A parte la questione dell'impermeabilità che può venire a mancare in alcune situazioni (e che forse poteva essere risolto diversamente), non ho trovato difetti importanti.
Mi sarebbe piaciuto vedere un piccolo indicatore luminoso (né sarebbe bastato anche uno non molto potente) sotto il tasto remoto.
A parte questo pelo nell'uovo, ho trovato questa Nitecore BR35 un prodotto decisamente valido.



Voi cosa ne pensate? L'acquistereste? Scrivetelo QUI