Ciao a tutti, oggi recensiremo la Astrolux S42 che mi ha gentilmente mandata Banggood, che ringrazio per la fiducia concessami.
Zoom in (real dimensions: 1024 x 578)


Ci tengo a precisare che le mie recensioni sono fatte a livello amatoriale e senza l'ausilio di strumenti scientifici o di test in laboratori segreti all'avanguardia e pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno anche le mie umili impressioni.


Caratteristiche ufficiali:

- ultilizes 4xNichia 219C/XP-G3 LED
- max output of up to 2023 lumens
- boasts a peak beam intensity of 19850 cd and a throw distance of up to 168 meters
- high efficiency constant current circuit
- intelligent charging module with a micro USB port charges Li-ion battery rapidly
- constructed from aero grade aluminum alloy with HAIII military grade hard-anodized finish
- over-discharging and overcharge voltage, with charging indicator light to show the battery power
- ultilizes toughtened ultra-clear mineral glass with with anti-reflective coating, TIR lens
- with hidden battery check function, and breathing light displays battery voltage
- detachable two-way anti-rolling clip
- comes with a survival hammer great for outdoor survival and tactical
- waterproof in accordance to IPX-65
- inpact resistant to 1,5 meters
- tail stand capability


Dove acquistarla

La torcia in questione è acquistabile facilmente dal sito Banggood sia in tinta CW (con LED CREE XP-G3) o in tinta NW (con LED Nichia 219C) come quella recensita. La si può acquistare scontata utilizzando il codice sconto " M4DS42 ".


La confezione e gli accessori

La torcia arriva all'interno di una piccola scatola di cartone rigido, sopra il quale spicca il nome Astrolux.



Di lato si trova un adesivo che riporta il nome Astrolux, un codice a barre e il tipo di LED montato (Nichia 219C).



Estratto tutto dalla confezione, avremo:

- la S42
- due O-ring di ricambio

- la clip da taschino
- il laccio da polso
- una punta in metallo
- il manuale in lingua inglese e cinese



A seguire, la scansione delle sole pagine in inglese del manuale





La torcia

La Astrolux S42 è una torcia alimentata sia da 1x18350/16340 sia da, con l'aggiunta di una prolunga acquistabile separatamente, 1x18650 il che le fà aumentare il runtime su tutti i livelli.
Il corpo della torcia è in alluminio ma, in alternativa, può essere acquistata anche la versione con il corpo in acciaio. In quel caso il nome della torcia è S42S.
Il corpo ha una forma prevalentemente sigariforme ma, in prossimità del tasto, si allarga leggermente ma senza diventare ingombrante.




In prossimità della testa spiccano il marchio Astrolux e la scritta S42. Il lettering non presenta sbavature.
Subito sotto, trova posto il tasto elettronico, circondato da un anello color bronzo, che comanda l'intera UI. Il tasto ha una breve corsa e un click mediamente rumoroso.
Sotto di esso si trovano i 2 LED, uno di colore rosso e uno verde, che ci segnalano il processo di ricarica della batteria.
Il disegno che il tasto serve per accendere/spegnere la torcia è rovesciato.



Come vi anticipavo, osservando la S42 di profilo, balza meglio all'occhio la bombatura all'altezza del tasto.
Sempre all'altezza del tasto, sono presenti delle scanalature che migliorano la dissipazione e donano un bell'aspetto alla torcia. Sul corpo è presente una zigrinatura romboidale, ripresa sul tailcap, che migliora il grip e facilita l'accesso al vano batteria.
Tra una zigrinatura e l'altra si trova lo spazio per poter inserire la clip da taschino.



Dalla parte opposta al tasto, si trova lo sportellino in silicone che copre, come è facile immaginare, la porta microUSB che permette di ricaricare la batteria.
Lo sportellino è in grado di proteggere la porta da polvere ed acqua secondo lo standard IP65.




Ecco la porta scoperta. Lo tappino è attaccato lateralmente alla torcia tramite un lembo in silicone. Esso viene via con estrema felicità, forse troppa, e potrebbe essere un problema con i liquidi.



In testa sono presenti 4 LED Nichia 219C dalla tinta NW. Tutti e 4 i LED hanno una bella tinta e non sembrano avere aberrazioni cromatiche.
Dato che ad un mio amico sul forum non è stato cosi, ci tengo a precisare che la tinta dei miei LED è uniforme.
Delle lenti carclo sono adagiate sopra i LED e una lente con un lieve strato antiriflesso sovrasta il tutto. Purtroppo non sono riuscito a fotografare il classico riflesso violaceo.
Un bezel piatto è a protezione di tutta l'ottica.
Zoom in (real dimensions: 578 x 1024)


La clip può essere inserita solamente in un verso ed ha una buona presa sugli abiti.



L'unica pecca è che, se orientata verso il tasto, la clip cozza contro il tasto stesso.



In coda sono presenti il foro per il lacciolo



e un foro con un'ampia filettatura.



In questa filettatura va avvitata la punta in metallo frangivetro, chiamata appunto "hummer". Essa potrebbe tornare utile anche a scopo offensivo/difensivo nel caso ce ne fosse il bisogno.



Ed ecco come appare la torcia per intero con l'hummer montato.



L'hummer può essere svitato e al suo posto rimane un sostegno, sempre metallico, che eventualmente può essere tolto con un cacciavite piatto. Al suo interno è presente un'altra filettatura.



Quest'altra filettatura è la stessa dei cavalletti fotografici, che posso essere quindi usati come sostegno per la torcia. A seguire, la S42 attaccata ad un gorillapod.



Il corpo della torcia si può dividere in 3 sezioni. Le due filettature della parte centrale sono simili tra loro e si può cadere nell'errore di avvitarle al contrario ma, facendolo, la torcia non si accenderà.
Nel mio esemplare solo una delle due filettature è arrivata lubrificata ma, nonostante tutto, entrambe scorrono senza intoppi.
C'è anche un O-ring per lato che garantisce l'impermeabilità al prodotto.



Sia al polo positivo



che al polo negativo è presente una molla dorata, entrambe permettono alla S42 di accettare sia batterie button top che flat.
Prestate attenzione a come le inserite perchè non è presente alcun dispositivo anti inversione di polarità.




Il sistema di ricarica

La S42 viene venduta senza batteria ma è in grado di ricaricare le Li-Ion grazie al sistema di ricarica di cui è provvista.

Basta togliere il tappino in silicone e collegare un cavo microUSB alla presa.

La ricarica parte ad una velocità di poco maggiore a 0,50A ed il LED rosso sotto il tasto comincerà a lampeggiare.



Man mano che la batteria si ricarica, il LED rosso si spegne e quello verde comincerà a lampeggiare per poi rimanere perennemente acceso per comunicarci che la ricarica è terminata.
Io, per i miei test, ho usato una 18350 IMR della Keeppower da 750 mAh e per competare la ricarica (da 3,10 v circa) ha impiegato poco più di 2 ore.
Al termine della ricarica la tensione era di 4,18v.




Come funziona

La Astrolux S42 ha dieci livelli selezionabili, di cui sette normali e due speciale (lo STROBO, il Battery Check ed il "Bike Flasher").

Secondo i dati ufficiali della casa, i livelli normali hanno le seguenti caratteristiche:

- Turbo -> 1630 lumen
- High 2 -> 630 lumen
- High 1 -> 475 lumen
- middle 2 -> 210 lumen
- Middle 1 -> 125 lumen
- Low -> 16 lumen
- Moon -> 1 lumen

N.B. Queste potenze fanno riferimento al modello recensito che monta i Nichia 219C. Il modello con i CREE XP-G3 arriva, secondo quanto dichiarato dalla Astrolux, a 2030 lumen in turbo.

Comincio col dire che la S42 ha due modalità chiamate semplicemente Group1 e Group2.
Il primo racchiude tutti i livelli sopra elencati più quelli speciali.
Il secondo invece è semplificato ed ha solamente il Low, il Miiddle2 e l'High 1 e 2. Scompaiono quindi tutti gli altri livelli, compresi quelli speciali.
Il Group1 non ha memoria mentre il 2 si.

Per passare da un gruppo all'altro basterà fare un veloce doppio click con il tasto avendo la torcia accesa.

Nel Group1 basta eseguire un singolo click per accendere la torcia, ulteriori click faranno ciclare tutti i livelli in ordine crescente ed alla fine la torcia si spegne.
La torcia si può spegnere tenendo premuto il tasto su quasi tutti i livelli per un secondo. Se teniamo il tasto premuto sul livello Moon, si accenderà direttamente il Turbo. Accendendo il Turbo in questo modo, avremo accesso anche ai livelli speciali che si ciclano con il classico click singolo. Dopo il Turbo infatti seguiranno lo Strobo, il Battery Check e il Bike Flasher.
Il Battery Check ci avvisa con dei lampeggi la % approssimativa della carica della batteria. Ogni flash, per un massimo di 5, sta ad indicare un quinto di carica. A me però è capitato che, con la batteria carica, mi facesse solo 4 lampeggi.
Il Bike flasher altro non è un livello di segnalazione dove 3 secondi di luce fissa vengono interrotti da 1 secondo di luce lampeggiante, questo alternarsi di luce fissa e lampeggiante dovrebbe assicurarci di essere visti con più facilità.

Nel Group2 il funzionamento della torcia è lo stesso.
Si accende e si ciclano i livelli con un singolo click e, volendo, si può spegnere la torcia con la pressione prolungata su ogni livello.
L'assenza del livello Moon non farà accedere al Turbo (che ovviamente non è proprio contemplato) e saranno assenti anche i livelli speciali.


Dimensioni: pesi ed ingombri

La Astrolux S42 è lunga 8 cm ed ha un diametro minimo di 2,22 cm e massimo di 2,7 cm (escluso il tasto).
Pesa 60 gr senza nulla, 68 gr con la clip e 88 gr con l'aggiunta della 18350 della Keeppower.

A seguire ecco il paragone dimensionale sia con un accendino BIC grande ed una 18650,



con la Keeppower 18350



e con la Manker T01 e la Rofis R1.




Lumen, runtime, candele e beamshot

N.B. Le prove a seguire sono state fatte la Keeppower 18350 IMR da 750 mAh. Il tutto è stato eseguito in un ambiente casalingo a 20° con e senza ventilazione forzata. La prova ventilata era molto molto simile a quella non ventilata.

I seguenti valori sono stati presi con la 18350 carica e sono da considerarsi di picco.



I seguenti valori sono stati presi con la 18350 carica e sono da considerarsi di picco.

N.B. Le curve di scarica sono ovviamente indicative, il risultato potrebbe variare in positivo o in negativo a seconda delle batterie utilizzate dall'utente finale o dalle condizioni di utilizzo che possono variare dalle mie durante i miei test.

Le eventuali leggere discrepanze inerenti alle prove fatte su uno stesso livello sono da imputare ad un diverso posizionamento dell'attrezzatura di misurazione.






I seguenti valori sono stati presi con la 18350 carica e sono da considerarsi di picco.



La foto seguente è stata scattata ad una distanza di 20 cm dal muro.



Ampiezza fascio



Beamshot al solo livello Turbo, High 2 e High 1. La linea degli alberi si trova a 25 metri. Lo spill, con lo spot rivolto verso l'infinito sul piano orizzontale, parte da circa 30/40 cm dai piedi.







La casetta si trova a 70 metri. I livelli utilizzati sono il Turbo e l'High 2.






Considerazioni personali

La Astrolux S42 è una piccola torcia EDC dalla straordinaria potenza. Vedere erogati 1400 lumen da una torcina che si perde nel palmo di una mano è qualcosa di indescrivibile. Purtroppo il contro di tale potenza è il calore generato e il runtime quasi nullo.
Fortunatamente, per ovviare a questo problema, si può acquistare a parte QUESTA prolunga in modo da poter utilizzare tranquillamente una 18650. Così facendo, oltre ad avere una torcia leggermente più lunga, avremo decisamente più runtime.

I suoi punti di forza ovviamente sono la compattezza, la potenza, l'ampiezza del fascio e la tinta molto piacevole per gli occhi.
La UI non è malvagia e il fatto che si possa scegliere un gruppo con meno livelli luminosi è molto comodo.

Purtroppo la UI non è tutta rose e fiori... infatti non sono previste scorciatoie per lo Strobo ed il Turbo ma vanno richiamati, l'indicatore della carica residua a mio avviso non è preciso ed ho trovato la risposta del tasto, specialmente in spegnimento, un pochino lenta e a volte sembra non rispondere alle pressioni.

Visto il prezzo a cui si può trovare e che la qualità generale, è una buona torcia e si può sorvolare su qualche pecca.


Voi cosa ne pensate? L'acquistereste? Fatemelo sapere nei commenti QUI.