Ciao a tutti, oggi vedremo il pannello solare Blitzwolf BW-L1, mandatami per l'occasione da Banggood che ringrazio per l'opportunità e la fiducia concessami.



CLICCA QUI per andare sul sito ufficiale della Blitzwolf.

Ci tengo a precisare che le recensioni sono fatte a livello amatoriale e senza l'ausilio di strumenti scientifici o di test in laboratori segreti all'avanguardia e, pertanto, tra le righe che seguiranno ci saranno anche le mie umili impressioni.


Caratteristiche ufficiali prese dalla casa:

- Technology: Sunpower
-
Transition Efficiency: 21,5% - 23,5%
- Output 2: 3A max
- Total Power: 20W
- Weight: 550g
- Size: open - 270x675x4mm ; close 270x150x28mm



Dove acquistarlo

Il pannello solare è acquistabile ovviamente dallo shop Banggood ed è possibile usufruire del codice sconto " 414ede " che ci è stato riservato. Non fatevi scappare l'occasione di poterlo acquistare ad un prezzo ghiotto.


La confezione e gli accessori

Il pannello solare arriva in una confezione di cartone leggero dal packaging minimalista, infatti sul davanti viene riportato solamente il nome del brand.



Sul retro, sempre per rispettare l'aspetto minimal, troviamo le varie certificazioni come quello CE, RoHS ecc.



ad uno dei lati è stato attaccato un adesivo con il nome del prodotto, un codice a barre ed il suo SKU che fanno capo al negozio Banggood.



Aprendo la confezione, troviamo il contenuto ben incellophanato in una busta di plastica. Sul lato interno del coperchio della confezione vengono riportati i ringraziamenti per aver scelto un prodotto Blitzwolf.



Una volta estratto tutto dalla confezione, avremmo:

- il pannello solare
- 4 piccoli moschettoni (ovviamente non adatti all'arrampicata ma che serviranno per agganciare il pannello grazie ai 4 occhielli predisposti)
- un cavo USB -> microUSB dalla lunghezza di poco più di un metro
- il manuale nella sola lingua inglese
- un fogliettino per la garanzia (di 18 mesi)



A seguire la scansione delle pagine del manuale.




Il pannello solare

Questo pannello solare è il più grande (inteso come potenze / n. pannelli) tra quelli venduti da casa Blitzwolf.
Il "corpo" esternamente è costituito da cordura, materiale adatto a resistere alle abrasioni e che offre una minima protezione dagli schizzi d'acqua. Essendo il pannello composto da materiale elettronico consiglio di minimizzare il più possibile il contatto con l'acqua.
Sul corpo, ai lati esterni dei pannelli, sono presenti 4 occhielli metallici che permettono di agganciare i 4 moschettoni usciti dalla confezione, oppure permettono di farci passare dentro direttamente la paracord, per assicurare il pannello al telo di una tenda o di un tarp, ovviamente tenendolo sempre rivolto in direzione del sole.


Il pannello si apre in quattro sezioni: tre sono costituite dai pannelli monocristallini, mentre la quarta ospita una tasca adatta a contenere il cavo per la ricarica e/o altri oggetti di piccole/medie dimensioni.
Nella tasca sono contenute 2 uscite USB intelligenti, dato che riescono a capire il bisogno di corrente richiesta dal dispositivo attaccato e si regolano di consegenza.
Secondo i dati dichiarati dalla casa, la conversione dei raggi solari in energia elettrica ha una efficienza compresa tra il 21,5 ed il 23,5% e l'erogazione massima è di 3A.


Sia il pannello che la tasca interna sono mantenute chiuse da una striscia ben cucita di velcro.

Ecco il pannello totalmente aperto. Si distinguono bene le quattro sezioni e la posizione dei 4 occhielli metallici.



Qui sotto riporto la foto del lembo laterale, all'interno della quale è presente la tasca, su cui è riportato il nome del brand e la potenza del pannello, le sue caratteristiche tecniche con le varie certificazioni e dei disegnini che indicano come quando usare il pannello e ne sconsigliano l'utilizzo del pannello in caso la pioggia.



Primo piano dei disegnini. Fintanto che c'è sole o è nuvolo il pannello, si può utilizzare tranquillamente. Con la pioggia invece ne è sconsigliato l'uso.



Vedendo il pannello da dietro, le uniche cose che spiccano sono la striscia di velcro che ne permette la chiusura ed il marchio e la striscia blu con la potenza del pannello. Non è presente nessun elemento aggiuntivo che possa fungere da cavalletto.



A sinistra del primo pannello si trova un piccolo "quinto" lembo che ospita due dei quattro occhielli presenti sul pannello.



Ed ecco la vista all'interno della piccola tasca. Oltre alla piccola striscia di velcro c'è lo scatolotto con le 2 uscite USB.




I test eseguiti

Premetto che, a causa dei riflessi solari, le foto sui tester non sono uscite e quindi ho preferito non inserirle.

I vari test sono stati eseguiti in giornate totalmente assolate o con delle nuvole passeggere e, nei vari test, ho adoperato sia una sola porta USB che tutte e due. Per misurare i valori ho adoperato due tester XTAR ed ho messo in carica un cellulare e un power bank.

Nelle giornate di sole il pannello, usando una singola porta ed a seconda del dispositivo collegato, riesce ad erogare 1,3A o 0,90A. Con entrambe le porte sfruttate, riesce ad erogare 0,87A in una e 1,10A nell'altra.

Con le nuvole passeggere, il valore è sceso a 0,50A in un test con 2 dispositivi collegati. L
a carica, se viene diminuita o interrotta da un'ombra o da una nuvola un po' più densa, riprende in automatico una volta passata l'interruzione.

Nel test singolo, ho caricato anche un vecchio cellulare avente una batteria di 2600mAh nominali. Il test è durato mezz'ora e mi ha caricato un 10% di batteria ogni 10 minuti.

Le prestazioni fornite dal pannello sono molto alte, tenendo sempre a mente che il dispositivo deve essere orientato verso il sole con l'inclinazione il più ottimale possibile.
A dimostrazione di ciò, tra i vari test, ho anche attaccato un telefono di ultima generazione che può essere ricaricato con la ricarica rapida. Ed è stato lui a farmi segnare il valore di 1,3A.

Sono dell'idea che, con dispositivi più "energivori" e in condizioni di luce migliori rispetto alle mie, il pannello possa erogare di più. Ovviamente, in condizioni peggiori delle mie in fase di test (tenendo in considerazione che nel momento in cui scrivo è estate), il pannello rende di meno.


Come Funziona

Le uniche operazioni da svolgere per usufruire questo pannello solare sono di aprirlo completamente, esporre i tre pannelli direttamente verso il sole avendo l'accortezza di aggiustare l'angolazione nel modo più ottimale possibile e mettere in carica il dispositivo che si desidera caricare.
Dato che questo modello non dispone di parti che fungono da cavalletto, l'ideale sarebbe trovare un tronco di un albero, una staccionata, una pendenza, un sasso o un muretto a favore del sole e lasciarlo appoggiato per il tempo necessario.
Se bisognerà sostare in una determinata zona per diverso tempo, ricordatevi di avere l'accortezza di risistemare il pannello ogni 20-30 minuti dato che il sole cambierà angolazione.




Dimensioni: pesi ed ingombri

Il Blitzwolf BW-L1 da aperto misura 66,8x26,5x2* cm. Da chiuso misura 26.5x16,3x4* cm. Il singolo pannello misura 24x12,5x0,4 cm.
Pesa 510 gr, un singolo moschettone pesa 7 gr.

*=nella parte più spessa

A seguire paragone dimensionale con l'Aukey PB-P3.



La lunghezza della parte più corta del pannello è molto molto simile.



Cosa che non si può dire della lunghezza nella parte più lunga. Il Blitzwolf è si più lungo e con un pannello in più, ma la dimensione stessa del singolo pannello è inferiore.




Considerazioni personali

Il Blitzwolf BW-L1 è un pannello solare dalla giusta proporzione dimensioni/prestazioni e lo trovo molto adatto per l'utilizzo per la vita all'aria aperta. Vuoi per un semplice campeggio, vuoi per un'uscita di più giorni per esplorare i vari sentieri che si estendono sulle dolomiti tanto per fare un esempio.
Può rilevarsi anche un valido alleato per chi ha in mente di costruire da zero un BOB o per chi cerca un prodotto del genere per poterlo integrare ad un BOB già esistente.


A mio avviso deve essere affiancato ad un power bank da poter ricaricare ed immagazzinare l'energia prodotta perchè, caricando direttamente un dispositivo in corso di utilizzo, si rischia di danneggiargli la batteria per i sobbalzi di corrente.
Visto che entrambe le uscite USB hanno delle buone prestazioni (> a 0,80A in buone condizioni), si può addirittura prendere in considerazione di acquistare un power bank da 20.000 mAh con doppia microUSB in ingresso cosi da fare il pieno di corrente nel più breve possibile e disporne in caso di necessità durante la notte.

Rimango fisso sul mio pensiero che il pannello debba essere usato da fermi per poter sfruttare appieno la sua potenza ma, se proprio non si può stare fermi e l'unica soluzione è agganciarlo allo zaino, sappiate che la carica ne risentirà viste le numerose interruzioni.

Non ho trovato difetti gravi su questo modello. I materiali danno una sensazione di robustezza e la posizione dei 2 connettori USB non è scomoda.
Ho apprezzato la presenza del cavo per la ricarica nella confezione, così con un unico acquisto si è operativi, ma consiglio comunque di acquistare cavi dalle alte prestazioni (non che quello uscito sia da meno) con uno spessore generoso, dalla lunghezza di almeno 2 metri e dalla guaina esterna rinforzata in modo tale da poter mettere gli oggetti in carica abbastanza lontani dal pannello, lasciandoli all'ombra scongiurando così inutili surriscaldamenti.


Voi cosa ne pensate? L'acquistereste? Scrivetelo QUI